Arno

‘Ce la faremo’

La rabbia di questo deserto, come un concerto, nel cielo aperto. Avverto la fine di un era, e ne rinizia un'altra, come una realtà che gira su se stessa, repressa, non doma, mai scossa. Non cambia mai, e lo sai, che vai dove non si sa oramai. Un mistero strano ma vero. Un cero, che si spenge prima o poi, ma noi lo spengeremo molto tardi, giammai prima, la cima, può sempr'esserci, arrivare alla meta, come una ruota, prima o poi si svuota, la sua ira, nella corsa e mai persa, giriamo noi, che vuoi, guidarla sapremo, dovremo, nell'obbligo della vita resteremo. Ma sempre al meglio, senza mai perdere, senza mai cedere, senza mai regalare la propria forza al nemico, nascosto all'ombra delle nostre sfortune, vivremo, sapremo capire chi/cosa c'è dietro il male, la verità prima o poi verrà a galla, e capiremo che fare, dove andare, come vivere, per vivere.

Hulkenetworks free

‘La nostra Forza, la nostra Fortezza’

Nella rabbia affoga tutti i miei pensieri, saranno sinceri, sí ma con la fatica che fai, lo sai, che farai strada se lo vorrai, altrimenti niente, non esser comunque mai perdente, perché la vittoria sul male è l’unica via, risolutiva scia per star bene, conviene, saperlo è già giusto, tutto va da sé, ma se hai una mente che va oltre, si va piú sicuri tra i cuori, verso una direzione di speranza, contro la vuota assenza di valori e coscienza. Or dirigo i nostri cuori verso la luce che risplende, e veloce incendia le nostre anime. Esanime, resta a terra, priva di sensi, la sfortuna che c'importuna, perche' se hai la voglia di reazione, nell’azione contro le avversità ti ‘risveglierai’, infinite sensazioni di pura paura, che durano, ‘si curano’ di noi, rinascere come fiori nella primavera delle nostre speranze, dei nostri sogni, girando nella “ città della felicità ”, che non verrà distrutta, se lo vorremo, almeno questa sarà ‘la nostra forza, la nostra fortezza’.

‘La Fine del Male’

Su un tappeto di sentimenti, cammina il male che annega le nostre speranze, in un mare di perché.La Vita si apre all'orizzonte oltre il cielo, vanno sogni incatenati ai bisogni, di strade piú vere e giuste. Il calore umano riaccende le nostre passioni, che volano aldilà di ogni mistero, e scoprono un fiume di nascosti sentimenti. Il male brucia dentro un fuoco di Rivoluzione. Lo alimento io, con costanza e impegno, e quando si spengerà, un'altra sfida sarà trasformata in scintillante vittoria. La Liberazione da un buio e terrificante destino. La Speranza che tutto torni puro. La fine del male.


‘Fantasia nell'evoluzione’

Come una forza della natura, non ho paura dell'errore, che incontro e che scontro, abbatto rigetto del tutto, me ne frego del male ne vale la pena - chi frena, la mia corsa è comparsa lo so, e la corsa va rincorsa, mai col cuore nella morsa, mai deve finire, come un treno - mai domo, un duomo di sogni tra pensieri, muore lo ieri sulla rinascita del domani, le mani alte, mai tolte, in segno di vittoria, nella storia, nessuno debba mai morire invano. E guardo avanti, mai contento, continuo - intanto, l'amore - le ore - il cuore, tutto passa - che niente possa mai violare la giustizia che gira, su questa terra, da questa era.


Privacy Policy

Firenze, Italia

indirizzo di posta :
il.webmaster@libero.it

www.digilander.it © 2022